chapter
Unit 21 Politica e società
Pages 19

Figuriamoci. «Figuriamoci se resto tutto il giomo a casa a ciondolare. Una come me~. Una come lei. Francesca Cinelli, 28 anni, di Lamporecchio. Piccina, mora, jeans e maglietta e un bel sorriso. Francesca si presenta cosi: «Sono una normale, ce n'e cento milioni di altre uguali a me~. Ma non e un modo per tagliare corto. E un modo per fermarsi, per spiegare chi si e e perche quel miliardo alla fme non cambiera la vita. «Perche la mia vita mi piace gia cosi com 'e. Non sono una che si accontenta: sono una contenta. C'e differenza. Per me la normalita e un valore. Non va do a cercare emozioni buttandomi da un ponte con l'elastico, e non credo nemmeno che la passione sia etema. Sono una che nei trentenni del film di Muccino si e riconosciuta: una bella casa, il cane in giardino, un buon lavoro, una famiglia che si am a, perche non puo essere quell a la felicita? 10 guardo i miei che stanno insieme da anni, che ne hanno passate tante, e pero sono uniti, hanno una forza che io invidio. Si, la mia vita e tranquilla, fatta di cose semplici. Vivo in un piccolo paese che mi piace, Lamporecchio, dove ci si conosce tutti e se c'e bisogno ci si aiuta, abito in casa con i miei genitori e non mi vergogno, anzi non capisco perche gli americani siano considerati intelligenti perche vanno via di casa a diciotto anni, e gli italiani stupidi perche ci restano fmo a trenta. 1 miei so no simpatici, hanno una loro attivita, stiamo bene, me ne andre quando decidero di convivere col mio fidanzato. Ho il mare a quaranta minuti, Firenze a portata di mano, non ho mai voluto abitare altrove. Ma non vuol dire che non abbia Ie mie curiosita. Mi piace viaggiare, e faro presto una scappata a Parigi dove non so no mai stata, ho visitato Inghilterra e Porto gallo, ho studiato un mese a New York, ho fatto tutto il giro della Grecia classica».